Passa ai contenuti principali

Ell 'n Rock : Skunk Anansie


Il 1999 per me fu un anno di grandi emozioni... Sapete, ci stavamo avvicinando al 2000 e si stava per accedere ad una nuova era.. Nell'aria c'era eccitazione, paura del futuro ed al contempo felicità....ma eravamo tutti giovani, carichi di sogni ed allietanti prospettive. 

Anche io, come molte mie coetanee, al tempo quindicenni, ero alla scoperta di me stessa.. divisa tra musica rock ascoltata attraverso le orme del papà, sommersa da vinili e registrazioni video vhs, e le discoteche "unz unz" della domenica pomeriggio dove si consumavano i primi limoni duri da pellicola cinematografica negli angoli bui dei divanetti colorati. 

Felicità, strobo,fumi ed emozioni con Gigi d'Agostino in sottofondo ed un lieve giramento di testa dato dalle prime sigarette fumate a bocca. Il proibito dell'innocenza, gli anni più belli e genuini della vita. Ecco cosa significava per me avere 15 anni. 
Nello specifico, del 1999 però, ricordo con particolare fervore, un album che dal momento dell'acquisto, consumai ripetutamente senza sosta. Si, certo era anche l'anno dei Blink 182, dei Red Hot e dei Foo fighters, nulla da dire a riguardo.. ma solo questo album suscitò la mia curiosità più di tutti gli altri in quello specifico anno. Volete sapere il titolo? Era "Post Orgasmic Chill" degli Skunk Anansie. Esatto, proprio loro! Skin, la magnetica pantera nera del rock, dapprima zappingzata unicamente tra i video di MTV con il tormentone Hedonism, iniziai morbosamente ad amarla con il singolo Secretly. 



Una carica mai vista prima, una freschezza croccante all'udito, una grinta ed energia senza eguali da catapultarti totalmente in un vero e proprio Post Orgasmic multisensoriale. Passano gli anni... La band dapprima si scioglie e poi si riunisce carica più che mai.. e finalmente il 6 luglio 2011, sotto la splendida cornice del castello di Udine, assieme al mio adorato papà rocker Arnaldo, conobbi da vicino questo splendido talento innato, che con i suoi occhi ipnotici e carichi di emozioni riuscì a farlo piangere  sulle note di You Saved me. Pazzesco concerto. Pazzesca band. Pazzesca Skin. E pazzesco ricordo. Che porterò per sempre dentro il mio cuore.

Commenti

  1. Era tanto che non leggevo qualcosa di così autentico e personale. Elena ha molto da dire e lo dice col trasporto e il sentimento di chi conosce il contesto descritto......tenetevi stretta elena....bella e brava giornalista musicale.......

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Lez Rock L.A.C.K.S. by @fabioaxlsilv

Cari amici rockers è per me un immenso piacere darvi il benvenuto a L.A.C.K.S., un piccolo salotto un po' burlesque, con qualche soprammobile kitsch, dove ci si può sempre sedere su una comoda poltrona, accendere un giradischi e iniziare un viaggio con il gracchiare di un vinile. Un soggiorno in cui aleggia nell’aria un mantra “Là dove c'è buona musica troverai persone vere”.  Chi ha visto le anteprime pubblicate finora dalla redazione di LEZ Rock può essersi fatto un'idea. Beh, è finalmente arrivato il momento in cui posso svelarvi ogni segreto, ogni arcano mistero dietro a questo acronimo e voglio cominciare dal suo significato letterale.  Lacks è una parola inglese che significa "vuoto, lacuna, mancanza". Chi non le ha mai avute, sentite sulla propria pelle, nelle proprie viscere del proprio ego nella vita?! Tutti, è inutile far finta. Ognuno di noi sicuramente ha provato un senso di inadeguatezza davanti a qualcuno o qualcosa in una data situazione durante la

Intervista a Ell'n' Rock

Ciao Elena, abbiamo visto come altre migliaia di persone le tue dirette Dj set su Facebook e vorremmo porti alcune domande. Com'è nata l'idea di portare il Rock nelle case degli italiani con un Dj set live direttamente da casa tua? Questo esperimento è nato quasi per caso : domenica 15 marzo doveva essere il mio primo esordio in pubblico come dj, avrei dovuto esibirmi al più importante motoraduno del Friuli assieme ad un altro collega, dj Pippo City rocker, ma causa imminente ordinanza per emergenza Covid19, l'evento è stato immediatamente annullato. Io ero talmente euforica ma delusa al contempo di questa improvvisa ordinanza, che non mi davo pace al pensiero di non potermi esibire in pubblico, così mi sono armata di coraggio e ho improvvisato un dj set in diretta sulla mia pagina pubblica, per la prima volta in vita mia, direttamente da casa e con i pochi mezzi tecnici che avevo a disposizione, intitolando questo progetto QUARANTENA IN ROCK.. Esperimento a quan

Rock film -School of Rock (2003)

Dewey Finn, eccentrico chitarrista costantemente al verde, viene cacciato dalla sua band e si ritrova a fare il supplente in una scuola per fortunati rampolli..... Guarda il film sul nostro blog LEGALMENTE acquistandolo da Google! ù