Passa ai contenuti principali

Rock Stories- Jim No Tv

Tratto da Rock Bazar di M.Cotto

"Bisogna fare in modo che il disco in studio riproduca la magia e l’energia degli spettacoli live. Questa è l’unica richiesta, qualcosa che a volte assomiglia a una preghiera, dei discografici dei Doors. “Fate ciò che volete, ma pensate sempre a come siete quando siete in concerto.”

I Doors si chiudono in studio e cominciano da Light My Fire. Per incendiare qualcosa c’è bisogno del fuoco, e quale fuoco brucia più di Light My Fire?

Jim Morrison è concentrato, sciamanico, quasi di un altro mondo. La sua performance è spettacolare, da brividi. I Doors sono sulla strada giusta. L’inizio è promettente, ora è il momento della registrazione definitiva, quella che mostrerà a tutti il fuoco dei Doors.

Jim Morrison ha gli occhi della tigre, si avvicina al microfono. Poi, vede qualcosa che è sempre stato lì, ma che lui non aveva notato, preso com’era dalla performance.

Jim Morrison vede un televisore. Acceso0. Lo schermo proietta immagini di una partita di baseball, dei L.A. Dodgers. Il produttore e ingegnere del suono Bruce Botnick lo aveva portato in studio per gettare ogni tanto un’occhiata alla partita della sua squadra del cuore.

Jim Morrison rimane con lo sguardo fisso sul televisore, come non credesse ai suoi occhi, come volesse accertarsi della sua presenza.

Poi afferra a due mani il televisore e lo scaglia contro il vetro della sala. Lo schermo rimbalza, poi si sfracella a terra.

Bruce Botnick allarga le braccia e chiede spiegazioni: “Ehi, era il mio televisore”.

E Jim Morrison: “Niente televisione quando i Doors suonano”.


Commenti

Post popolari in questo blog

Lez Rock L.A.C.K.S. by @fabioaxlsilv

Cari amici rockers è per me un immenso piacere darvi il benvenuto a L.A.C.K.S., un piccolo salotto un po' burlesque, con qualche soprammobile kitsch, dove ci si può sempre sedere su una comoda poltrona, accendere un giradischi e iniziare un viaggio con il gracchiare di un vinile. Un soggiorno in cui aleggia nell’aria un mantra “Là dove c'è buona musica troverai persone vere”.  Chi ha visto le anteprime pubblicate finora dalla redazione di LEZ Rock può essersi fatto un'idea. Beh, è finalmente arrivato il momento in cui posso svelarvi ogni segreto, ogni arcano mistero dietro a questo acronimo e voglio cominciare dal suo significato letterale.  Lacks è una parola inglese che significa "vuoto, lacuna, mancanza". Chi non le ha mai avute, sentite sulla propria pelle, nelle proprie viscere del proprio ego nella vita?! Tutti, è inutile far finta. Ognuno di noi sicuramente ha provato un senso di inadeguatezza davanti a qualcuno o qualcosa in una data situazione durante la

Intervista a Ell'n' Rock

Ciao Elena, abbiamo visto come altre migliaia di persone le tue dirette Dj set su Facebook e vorremmo porti alcune domande. Com'è nata l'idea di portare il Rock nelle case degli italiani con un Dj set live direttamente da casa tua? Questo esperimento è nato quasi per caso : domenica 15 marzo doveva essere il mio primo esordio in pubblico come dj, avrei dovuto esibirmi al più importante motoraduno del Friuli assieme ad un altro collega, dj Pippo City rocker, ma causa imminente ordinanza per emergenza Covid19, l'evento è stato immediatamente annullato. Io ero talmente euforica ma delusa al contempo di questa improvvisa ordinanza, che non mi davo pace al pensiero di non potermi esibire in pubblico, così mi sono armata di coraggio e ho improvvisato un dj set in diretta sulla mia pagina pubblica, per la prima volta in vita mia, direttamente da casa e con i pochi mezzi tecnici che avevo a disposizione, intitolando questo progetto QUARANTENA IN ROCK.. Esperimento a quan

Rock film -School of Rock (2003)

Dewey Finn, eccentrico chitarrista costantemente al verde, viene cacciato dalla sua band e si ritrova a fare il supplente in una scuola per fortunati rampolli..... Guarda il film sul nostro blog LEGALMENTE acquistandolo da Google! ù