Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2019

Rock Stories - Rat Sabbath

Tratto da Rock bazar di Massimo Cotto

"Come sempre, quando si ha a che vedere con i Black Sabbath, tutto diventa possibile. Tutto diventa vero, anche quando vero non è. Normale, con una band che ha fatto della follia, degli eccessi e delle provocazioni il suo pane quotidiano.

Una leggenda racconta di quella volta che Ozzy individuò un grosso topo ai lati del palcoscenico, intento a rosicchiare un groviglio di cavi a terra.

Per evitare problemi, dopo i famigerati incidenti con il pipistrello e con il piccione, fece cenno a un roadie di catturare il topo e lanciarlo fuori dalla sala. Il roadie, però, equivocò il gesto di Ozzy e pensò che il cantante del Sabba Nero volesse far atterrare il grosso topo sul palco.

Così fece. Lo prese per la coda e lo lanciò sul palco, ma sfortunatamente andò a sbattere contro le luci di un riflettore facendolo esplodere.

Il pubblico, impazzito, esplose in un boato.

Leggenda, pura leggenda."


Rock advice- The Amazons - Future Dust

Future Dust è uno di quei album che ti lasciano ammaliato dalla bellezza del rock, e lo fa ancora di più sapendo che il gruppo The Amazons è un gruppo giovane e fresco che darà sicuramente un futuro al genere.

Formatosi nel 2014 è composto da Matt Thomson alla voce, Chris Alderton alla chitarra, Elliot Briggs al basso e Joe Emmett alla batteria uniscono un suono hard rock a un pop progressivo.
Analizzando l'album si parte con una pompante "Mother" che mette subito in mostra ciò di cui sono capici i quattro ragazzacci con i loro strumenti.


"Fuzzy Tree" è un gran bel pezzo ma con "25" il gruppo entra di diritto nell'animo dell' ascoltatore con testo e musica trascinanti.
"Doubt it" è il pezzo forse più pop rock, anche se segnato da dei bei graffi di chitarra elettrica.


La ballad invece risiede in "All Over Town" , non stupenda ma piacevole.
Chiudono come una bomba "Warning Sign" e "Georgia" pezzi in cui tutti gl…

Acdc- High Voltage

Gli AC/DCsono senza dubbio una delle rock band più famose di tutti i tempi. Con le loro sonorità ruvide e senza fronzoli incarnano alla perfezione lo spirito del rock 'n' roll, anche se (e probabilmente proprio per questo) la loro formula è rimasta praticamente la stessa per tutta la carriera. Nonostante questo i quattro australiani furono a loro modo innovativi quando pubblicarono il loro primo album High Voltage nel 1975.


Infatti, in un periodo dove la facevano da padrone le infinite suite del progressive e band comeDeep Purple eLed Zeppelin che producevano brani dilatati da lunghe fughe strumentali, gli AC/DC riportarono il rock alle proprie origini. Brani brevi e diretti di matrice blues e rock 'n' roll: non c'è spazio per ipertecnicismi fini a se stessi.


Oltre alla chitarra solista diAngus Young (la bellissimaGibson SGdetta anche "diavoletto") completano la formazione i compianti Bon Scottalla vo

Rock stories - Lo struzzo di Cash

Tratto dal libro Rock Bazar di Massimo Cotto.

"Non ha avuto una vita facile, Johnny Cash. La povertà dei genitori, la morte del fratellino di due anni, il dolore che ti porti sempre dietro e che non sai spiegare, anche quando tutto va bene, vendi milioni di dischi e sei un’icona americana. Chi l’ha conosciuto l’ha amato, perché aveva il dono di farti sentire la persona più importante del mondo anche se ti aveva appena incontrato. E a nessuno faceva pesare quel male di vivere che aggrediva l’uomo in nero.

La sua dipendenza dalle droghe pesanti, però, nasce da un incidente che si potrebbe definire buffo, se non fossero tragiche le conseguenze. Nel 1983, mentre si trovava nel suo ranch a Henderson, nel Tennessee, dove viveva circondato da un’infinità di animali, fu aggredito da uno struzzo. Gli era appena morta di freddo la compagna, che non si era lasciata catturare da Cash che voleva metterla al riparo, così lo struzzo non era ben disposto verso di lui. Nonostante Cash fosse robusto…

Live selection - Def Leppard live in Rio 2017

Sono entrati nella Rock 'n roll Hall Of Fame quest'anno e meritano questo e altri grandi risultati, andiamo a vedere il loro Live in Rio  nel 2017!


Metallica a Milano

Finalmente ci siamo! L’attesa unica data italiana dei del Worldwired Tour dei Metallica è arrivata e noi siamo pronti a godercela. Mentre ci addentriamo nell’ippodromo di San Siro i Bokassa, provenienti dalla Norvegia e dei quali Lars Ulrich è grande fan, stanno aprendo le danze. Una ninna nanna spettrale introduce i Ghost, band mascherata come in un film horror, che ormai ha un certo seguito e che propone un sound gotico reso vario dall’uso insistente delle tastiere.


Fin da subito si capisce che la qualità dell’impianto audio non è delle migliori, forse anche a causa del vento che tira, e il volume non sembra adeguato ad un concerto metal di tale portata. Sopra le nostre teste c’è un cielo minaccioso quando sui maxi-schermi partono le immagini de “Il buono, il brutto, il cattivo” di Sergio Leone sulle note de “L’estasi dell’oro” di Ennio Morricone. Ecco che parte il  ritmo martellante di “Hardwired”, tratta dall’ultimo album: ci siamo! I Four Horsemen compaiono sul palco accolti dal boato …

Live selection - Scorpions live @ Saarbrücken

Cosa c'è di meglio di un bel live della band tedesca più famosa del mondo? 
Scorpions live a Saarbrücken!!


Rock interview a Paolo Maiorino

Diamo vita a questa nuova rubrica intervistando Paolo Maiorino, personaggio che è nel giro della musica rock da anni,  ha scritto su Mucchio, Chitarre, Metal Shock, Flash, Tutti-frutti dal 1986 al 1992

Dal 1992 in discografia prima con la EMI, poi la Sony dal 1995 ad oggi. E' Direttore della Legacy.
Nei primi anni 2000 scriveva su Tribe. Ha lavorata anche a Videomusic e Radio Rai.  E fatto un programma su Sky. 

Ciao, innanzitutto grazie per concederci questa intervista.
La prima domanda riguarda la tua storia con il mondo del rock, come lo hai scoperto,e come ti ci sei innamorato?


Ho avuto la grande fortuna che mio padre fosse un appassionato di musica ed in particolare di rock. Sin da piccolo ho imparato ad ascoltare i Pink Floyd, Dire Straits, Queen, Pfm ecc 
Ma parlo dei miei 8-9 anni! Molto precoce. Il mio primo 45 giri nel 1976 all’età di 9 anni con “Music” di John Miles. Il primo 33 nel 78. La musica è stata da subito la più grande passione e tutta la mia vita è stata contraddistinta…

Rock Stories - Sex & slaps

Tratto dal libro Rock Bazar di Massimo Cotto.

"Malcolm McLaren, ma anche Vivienne Westwood. Tutti pensano che il merito del successo dei Sex Pistols debba andare al fantasmagorico ed eccentrico manager.
 In realtà, il decollo della band di Johnny Lydon avvenne grazie a un’intuizione di Vivienne, la designer che all’epoca era la fidanzata di Malcolm.

I Pistols sono sul palco del Nashville e non stanno andando granché bene. Peccato perché tra il pubblico ci sono fior di giornalisti e fotografi, e poi Adam Ant, Vic Godard, Mick Jones. Eppure lo spettacolo non decolla. I Pistols sembrano svuotati.

A un certo punto, a metà di Pretty Vacant, Vivienne Westwood individua una ragazza in prima fila tra il pubblico e le tira due schiaffoni. Il ragazzo di lei decide di vendicarsi seduta stante. Scattano i flash. I fotografi immortalano la scena. 
La fotografia di questo ragazzo con il pugno alzato nell’intento di colpire diverrà famosissima. John Lydon si butta giù dal palco e comincia a tirare c…