Passa ai contenuti principali

It's Only rock 'n Roll By Paolo Maiorino: Germany tales

Pesco nei ricordi di una vita ma stavolta potrei non essere così preciso. 

Lo scenario è la Germania, il periodo “dovrebbe essere" gli ultimi mesi del 1989. 



Ero quasi alla fine della mia avventura americana, che si sarebbe protratta per gran parte dell’anno successivo. Ma definitivamente era in una pausa europea a fine 89. L’etichetta tedesca Noise mi invitò ad Hannover per andare ad ascoltare in anteprima il primo album dei Gamma Ray. 

Ricordo che ci recammo in studio e poi tutti a pranzo in un ristorante greco lì vicino. La tipa della Noise mi chiese se avessi avuto impegni tali da impedirmi di andare a Berlino per fare altre interviste. Non avevo particolari impegni e soprattutto la mia amica tedesca aveva detto una parolina magica: Celtic Frost ! Erano allo Sky Track Studio per incidere Vanity/Nemesis.

 

Partiamo in macchina al mattino presto e mentre corriamo sull’Autobahn, la tipa mi informa che dovremo passare il confine con la DDR per entrare a Berlino. Dunque questo avveniva nel mese di Ottobre, ad un mese dalla caduta del fatidico muro. Avevo 23 anni ed una buona dose di incoscienza e quando arrivammo a 20 metri dal confine, mi venne una discreta dose di ansia . Fuori dal gabbiotto c’erano dei Vopos con mitra al colllo. Per niente una bella immagine . Ma ero appassionato di fantapolitica e furioso lettore dei libri di John Le Carré, Fredrick Forsyth e Len Deighton, dunque la situazione era anche elettrizzante! Beh lei scese dalla macchina col mio passaporto ed un po’ di soldi e nel giro di 15 minuti avevo un prestigioso visto della Repubblica Democratica Tedesca stampigliato sul passaporto! 



Non dimenticherò mai il degrado che scorreva davanti ai miei occhi mentre raggiungevamo Berlino Ovest . Rimasi li due giorni, andai in studio ad ascoltare quel nuovo album dei Celtic Frost e parlare con Tom Warrior e Martin Eric Ain. Poi altre tre o quattro interviste. Mille Petrozza dei Kreator in un caffè berlinese, una telefonica dall’ufficio Noise con i Running Wild e una band di cui non ho più sentito parlare dopo, i Lanadrid. Bellissima esperienza però . Sarei tornato a Berlino l’anno dopo, per assistere allo storico concerto organizzato da Roger Waters ed intitolato ovviamente The Wall.



Commenti

Post popolari in questo blog

Lez Rock L.A.C.K.S. by @fabioaxlsilv

Cari amici rockers è per me un immenso piacere darvi il benvenuto a L.A.C.K.S., un piccolo salotto un po' burlesque, con qualche soprammobile kitsch, dove ci si può sempre sedere su una comoda poltrona, accendere un giradischi e iniziare un viaggio con il gracchiare di un vinile. Un soggiorno in cui aleggia nell’aria un mantra “Là dove c'è buona musica troverai persone vere”.  Chi ha visto le anteprime pubblicate finora dalla redazione di LEZ Rock può essersi fatto un'idea. Beh, è finalmente arrivato il momento in cui posso svelarvi ogni segreto, ogni arcano mistero dietro a questo acronimo e voglio cominciare dal suo significato letterale.  Lacks è una parola inglese che significa "vuoto, lacuna, mancanza". Chi non le ha mai avute, sentite sulla propria pelle, nelle proprie viscere del proprio ego nella vita?! Tutti, è inutile far finta. Ognuno di noi sicuramente ha provato un senso di inadeguatezza davanti a qualcuno o qualcosa in una data situazione durante la

Intervista allo storico club underground di Genova, il Quaalude!

Abbiamo intervistato i gestori del locale storico Genovese, il QUAALUDE, sito in Piazza Sarzano e  punto di ritrovo per tutti i rockers della città; in questo momento sta soffrendo gli effetti della pandemia, come tutto il settore live. Ecco cosa ne pensano di tutto ciò: La nostra prima domanda sarebbe "come va?", ma conosciamo la situazione e allora vi chiediamo, quanto vi manca potere lavorare e il contatto con i vostri rockers di Genova?  Non hai idea di quanto soffriamo! Mi capirai se ti dico che il Club per noi è un vero momento di incontro con i nostri fratelli di musica, i Quaaluders, che da anni frequentano il circolo. Pensare a tutti i gruppi che ci contattano per una serata, il non poter nemmeno ipotizzare una data di riapertura.. E' veramente dura. Mentre stavamo provando una soluzione alternativa per riaprire e fare le nostre serate musicali è arrivato il nuovo (o meglio vecchio, vista la velocità con cui li scrivono...) DPCM, ultima mazzata per la quasi rovi

Rock film -School of Rock (2003)

Dewey Finn, eccentrico chitarrista costantemente al verde, viene cacciato dalla sua band e si ritrova a fare il supplente in una scuola per fortunati rampolli..... Guarda il film sul nostro blog LEGALMENTE acquistandolo da Google! ù