Passa ai contenuti principali

It's only Rock 'n Roll By Paolo Maiorino: Van Halen!



Oggi voglio parlare dei Van Halen. Lo spunto 
mi arriva dal disco del giorno di ieri, Van Halen 2 del 1979. 

Il disco precedente che è anche l’album d’esordio della band californiana è considerato un vero capolavoro e anche una delle prime risposte, insieme ad Aerosmith, Blue Oyster Cult e pochi altri alla sfida lanciata dai gruppi inglesi , a cavallo tra l’hard rock e quello che stava diventando l’heavy metal. 
I Van Halen del primo album sono portentosi ! Da una parte il talento innovativo del grande chitarrista Eddie e dall’altra l’istrionico ed incontenibile stile di Diamond Dave Lee Roth in una band letteralmente esplosiva . 
Non mi dimenticherò mai quando nel 77 ascoltai “I’m the one” alla radio. Rimasi folgorato. Avevo 11 anni e di li a poco ero un fan della band . Quello è un disco che semplicemente non è ammissibile non avere nella propria collezione, a prescindere dai gusti musicali , un po’ come Songs from the big chair dei Tears for Fears o Kind of blue di MilesDavis. 


E probabilmente l’album che ho ascoltato di più nella mia vita e se fossi costretto a nominare un solo disco da portare con me su Marte , Van Halen 1 sarebbe la mia scelta . Amo sicuramente più gli Ac/Dc ed i Rush dei Van Halen, ma dovendo indicare un solo disco direi questo di un’inezia su Back in black . E due inezie su Moving Pictures.

 

Poi nel corso della loro storia i Van Halen hanno ribadito il concetto con il secondo album del 1979, Women and children first , uno straordinario Fair Warning, un divertente Diver Down sino ad arrivare a 1984 l’Album di “Jump”, “Panama” e “Hot for teacher”. Poi con l’arrivo di Sammy Hagar al posto di David la musica cambiò. E pensare che Sammy era un mio idolo, ma per me i Van Halen sono quelli di Diamond Dave. Il mio pezzo preferito di quel primo disco è indubbiamente “Ain’t talking about love”!




Commenti

Post popolari in questo blog

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione. 

Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti. 



Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa splendida realtà co…

Rock film -School of Rock (2003)

Dewey Finn, eccentrico chitarrista costantemente al verde, viene cacciato dalla sua band e si ritrova a fare il supplente in una scuola per fortunati rampolli.....
Guarda il film sul nostro blog LEGALMENTE acquistandolo da Google!
ù

Intervista a Ell'n' Rock

Ciao Elena, abbiamo visto come altre migliaia di persone le tue dirette Dj set su Facebook e vorremmo porti alcune domande.




Com'è nata l'idea di portare il Rock nelle case degli italiani con un Dj set live direttamente da casa tua?

Questo esperimento è nato quasi per caso : domenica 15 marzo doveva essere il mio primo esordio in pubblico come dj, avrei dovuto esibirmi al più importante motoraduno del Friuli assieme ad un altro collega, dj Pippo City rocker, ma causa imminente ordinanza per emergenza Covid19, l'evento è stato immediatamente annullato. Io ero talmente euforica ma delusa al contempo di questa improvvisa ordinanza, che non mi davo pace al pensiero di non potermi esibire in pubblico, così mi sono armata di coraggio e ho improvvisato un dj set in diretta sulla mia pagina pubblica, per la prima volta in vita mia, direttamente da casa e con i pochi mezzi tecnici che avevo a disposizione, intitolando questo progetto QUARANTENA IN ROCK.. Esperimento a quanto pare, inc…