Passa ai contenuti principali

It'only rock 'n roll by Paolo Maiorino : #restateacasa e ascoltate musica!


Sono giorni molto tristi per quello che stiamo vivendo. La musica, adesso più che mai è una compagnia fondamentale. In questi ultimi giorni ho e sto dando fondo alla mia collezione, in particolare di vinili e sapete una cosa ? Non può certamente essere una soluzione al problema, ma date le circostanze vi suggerisco di ascoltare le cose che conoscete meno. Approfittate per approfondire quel disco che avete e che per un motivo o per un altro non avete mai avuto tempo e modo di ascoltare .

Smart working a parte, sabato e domenica scorsi ho suonato almeno 50 vinili diversi e mi sono concentrato su cose che da tanto tempo volevo approntare.

Posso parlare della mia esperienza personale ed augurarmi che possa essere d’aiuto e di ispirazione per altri.
La tendenza comune è sempre quella di ascoltare cose che già conosciamo e che ci piacciono. Eppure, le piacevoli scoperte sono li che ci aspettano, anche per chi come me ascolta musica da tutta la vita e lo fa anche di mestiere. Non si può essere onniscienti! E più passa il tempo, più mi rendo conto di tante lacune della mia discografia !

Vabbè, menziono due cose in particolare.
Recentemente ho scritto una retrospettiva sui Motörhead di Lemmy e nel farlo ho dovuto approfondire le sue radici ed in particolare i suoi trascorsi con gli Hawkwind. Li conoscete ? Inglesi ovviamente, attivi dalla fine degli 60, a cavallo tra space rock, psichedelia, occult rock e stoner. 



Ricordavo di aver qualcosa di loro e solo tra i vinili ho pescato due titoli: Live Chronicles e Space Bandits. Ho messo su il disco live ed ho continuato a sistemare la mia collezione . Il loro sound mi ha letteralmente rapito. Lo ammetto non li ricordavo benissimo. Sono passato a Space Bandits e bang! Altra calamita per il mio gusto musicale. Adesso mi è venuta quella curiosità insaziabile di andarmi ad ascoltare tutto ed ho scoperto che gli Hawkwind hanno pubblicato decine di dischi ! 

Altro genere musicale, ma stessa reazione per un disco storico come Rumors dei Fleetwood Mac. Li conoscevo ovviamente ma mai veramente approfondito. La scorsa estate mi hanno regalato Rumors, immancabilmente in vinile . E’ un cazzo di disco del 1977!!! Eppure l’avevo sempre solo sfiorato e conoscevo forse 2/3 pezzi in tutto . Anche qui stessa dinamica. Messo su vinile e fatto altro . Ma qualsiasi cosa stessi facendo e durata poco . Ragazzi e’ un disco strepitoso!


Non mi pongo barriere nei miei ascolti e ve lo dimostro, tra gli altri vinili del weekend c’erano Cesaria Evora, Michael Thompson Band, Hallow’s Eve, Clannad, Oceansize, Spock‘s Beard, Lucio Battisti, Marduk, Schola Cantorum, Taj Mahal, Canned Heat e la colonna sonora di Amarcord di Fellini....,

Questo il mio consiglio di oggi, restate a casa e ascoltate tanta musica e se possibile e vi va scopritene di nuova . “Images” da Space Bandits degli
Hawkwind mi frulla in testa da sabato e nell’album che è del
1990 c’è un’altra brano che mi ricorda i Police di Ghost in the Machine ...... cosa Scoprirò next? Chi può dirlo .... forse un Battiato dell’era Prog o qualcosa di ska.... non vedo l’ora che accada di nuovo e senta dentro me quella bellissima sensazione !

Commenti

Post popolari in questo blog

ELL'nRock la nuova rubrica di Elena Strizzolo

Elena Strizzolo: la rockmodel che sta facendo impazzire i social... Vantando un seguito di oltre 50mila followers totali tra Facebook e Instagram, nei quali è molto seguita e stimata proprio per la sua genuinità, schiettezza e determinazione. 

Nata in Veneto da mamma veneta e papà friulano, Elena è da sempre appassionatissima di musica rock, e vanta esperienze artistiche nel campo musicale come speaker radiofonica, fotomodella InkModel/ Rockmodel/Bikermodel, influencer per brand di abbigliamento, presentatrice di concerti rock e metal, programmi TV, ballerina, promoter e supporter di importanti eventi nazionali ed internazionali, inoltre ha lavorato anche come commessa di merchandise rock a Londra e il suo sogno è quello di poter unire la sua grande passione per la musica rock ad una vera e propria professione e farne di essa un lavoro a tutti gli effetti. 



Elena inoltre ha da poco ultimato il corso per diventare dj e dj producer ed è pronta ad affacciarsi a questa splendida realtà co…

Ell 'n Rock : Skunk Anansie

Il 1999 per me fu un anno di grandi emozioni... Sapete, ci stavamo avvicinando al 2000 e si stava per accedere ad una nuova era.. Nell'aria c'era eccitazione, paura del futuro ed al contempo felicità....ma eravamo tutti giovani, carichi di sogni ed allietanti prospettive. 

Anche io, come molte mie coetanee, al tempo quindicenni, ero alla scoperta di me stessa.. divisa tra musica rock ascoltata attraverso le orme del papà, sommersa da vinili e registrazioni video vhs, e le discoteche "unz unz" della domenica pomeriggio dove si consumavano i primi limoni duri da pellicola cinematografica negli angoli bui dei divanetti colorati. 

Felicità, strobo,fumi ed emozioni con Gigi d'Agostino in sottofondo ed un lieve giramento di testa dato dalle prime sigarette fumate a bocca. Il proibito dell'innocenza, gli anni più belli e genuini della vita. Ecco cosa significava per me avere 15 anni. 
Nello specifico, del 1999 però, ricordo con particolare fervore, un album che dal mom…

The shakin apes @alzati lazzaro !

Terza serata di Live Music Inverno 2019 al pub Alzati Lazzaro di Gattorna (GE).
Questa volta gli ospiti della serata sono stati i The shakin apes ,gruppo sardo che snocciola rockabilly e rock anni 50 in gran quantità.

La perfomance del gruppo è stata favolosa e, vuoi l'intimià del locale, ci ha coinvolti appieno.

Il loro frontman e cantante Pierpaolo Sanna ha acquisito tutti i rudimenti necessari per assomigliare ai cantanti che andavano di moda negli anni 50-60, alterna tonalità acute a meravigliosi bassi, come nella cover di Be-bop-a-lula dell' eterno Gene Vincent.


Ma la band ha presentato anche il loro ultimo ep e con canzoni come Enjoy The Show e Under Your Sky ha dimostrato appieno tutte le loro abilità strumentali, fantastico l'entusiasmo che si legge negli occhi e nelle bacchette del  batterista Antonio Cocco che oltre a avere delle abilità formidabili si diverte davvero a farci fare, con gli altri compagni, un balzo agli anni d'oro del rockabilly.



Le canzoni si sus…